Capitozzature e tagli estremi: quando le potature vanno “un tanto al chilo”

Con “capitozzatura” si intende il taglio indiscriminato del fusto, delle branche primarie o di grossi rami, comunemente effettuato per contenere le dimensioni degli alberi. Si pratica da decenni e, pur rappresentando un intervento più adatto a casi estremi che alla norma, è finito per essere considerato un modello di potatura valido per qualsiasi essenza. Escludendo i casi estremi, i motivi per cui se ne abusa – soprattutto nella gestione del verde pubblico – sono presto detti: risparmio di tempo e possibilità di impiegare personale non specializzato. Immaginiamo, ad esempio, di…

Leggi il post >