Piante in regaloPiante in economia 

Come ottenere piante gratis

Quello del giardinaggio può essere un hobby costoso. Oppure no. Ci sono infatti molti modi per ottenere piante gratis, soprattutto se non si cercano specie o varietà rare e se non si ha urgenza. Passiamo in rassegna i più collaudati.

Raduni e gruppi di scambio di semi e talee

Se avete già una bella collezione di piante (o anche poche varietà introvabili) gli scambi con altri appassionati potrebbero essere la strada giusta. Basterà accordarsi sul do ut des e definire la modalità di ricezione (spedizione, organizzando un incontro o partecipando a un evento). Oltre a ottenere la pianta desiderata, potreste anche incontrare delle piacevoli persone con cui condividete la stessa passione.
Alcuni esempi di gruppi di scambio:

  • Su Facebook: ricordiamo ad esempio “Scambiamo talee”, gruppo chiuso nato nell’ormai lontano 2011. Viste le dimensioni del gruppo può essere utile per trovare specie o varietà insolite. Nel caso invece si cerchino piante in numero maggiore o si prediligano gli scambi di persona, si può optare per gruppi locali che organizzano raduni di scambio, come ad esempio EMOZIONI IN GIARDINO – Scambio semi, talee e piante Nord Italia e non solo
  • Su forum di settore: oltre che contattando specifici utenti, è possibile aderire alle banche dei semi. In passato erano più numerose (purtroppo la gestione onerosa in carico a singoli volenterosi non ha avuto ricambio nel corso degli anni) ma ne sopravvivono ancora oggi. Citiamo la ben rodata BANCA DEL SEME di Giardinaggio.it
  • Presso associazioni e circoli: controllate se nella vostra città sono previste iniziative di scambio semi e piante (o Plant Swap).

Regali

Comunicate ad amici, parenti e conoscenti il vostro interesse per il giardinaggio. Gli semplificherete la vita nel momento in cui dovranno farvi un regalo, fosse anche per un invito a cena. In questo modo potrete ottenere piante appena uscite da serre e vivai a costo zero, ma è meglio non avere aspettative troppo elevate: a meno che la passione non sia condivisa, aspettatevi infatti le più classiche piante d’appartamento (tra i regali più ricorrenti il ficus benjamin, l’anthurium e lo spathiphillium). A chi deve fare la scelta consigliamo la lettura di: Regalare piante e fiori, pro e contro per ogni occasione

Non disdegnate neppure i mazzi di fiori: nel caso in cui i fiori recisi non siano stati trattati con prodotti chimici che ne impediscono la radicazione, potrete decidere se goderveli appieno oppure intervenire per trasformarli in talee da cui ottenere, con fortuna e abilità, una pianta uguale a quella che tanto vi ha colpito. Si possono avere buoni risultati con rami di mimosa, rose, crisantemi ma soprattutto con i frammenti di succulente che vengono spesso utilizzati per creare composizioni e centritavola.

Annunci di piante in omaggio

Capita che a causa di un trasloco, lavori in giardino, carenza di spazio, motivi personali o professionali si debba rinunciare ad alcune piante. Per trovare loro una nuova casa, si pubblicano annunci su siti di scambio, gruppi di “Te lo regalo se vieni a prenderlo” e bacheche tradizionali (ad esempio nei supermercati di prossimità). Sono questi i casi più fortunati, dal momento che spesso si ottengono gratuitamente alberi di medie dimensioni e piante vecchie di decenni.

Per rinnovare ad esempio il giardino in economia, si può consultare periodicamente Facebook Marketplace: inserendo come prezzo massimo = 0 è possibile filtrare solo gli annunci gratuiti (al lordo di alcuni specchietti per allodole di vendita). Tramite la geolocalizzazione si può stabilire entro che raggio di distanza effettuare la ricerca.

Recuperando le piante eliminate

Negli uffici, nei luoghi pubblici, durante gli eventi pubblici e perfino nei cimiteri, è frequente il consumo “usa e getta” delle piante: vengono prese in piena fioritura per poi sostituirle quando non sono più presentabili. Intercettandole prima che finiscano in discarica si avranno piante a costo zero e si ridurranno i rifiuti che gravano sulla collettività.

Raccolta di semi o piantine

Ricordiamo che è illegale raccogliere fiori, semi e piante in natura o nei parchi pubblici: si è punibili per reati di furto e danneggiamento (ad esempio se si causa una lesione o si mette a rischio la sopravvivenza dell’esemplare). Nel caso sia presente un’ordinanza comunale si può incappare anche in una multa da parte della Polizia Municipale anche semplicemente raccogliendo un fiore. Ci sono però dei casi in cui si può procedere senza alcun rischio: quando avete l’autorizzazione da parte del proprietario del bosco o quando la raccolta è controllata e finalizzata (ad esempio la raccolta di ghiande per piantumazione promossa in occasione della festa dell’Albero).

Eventi

Una piantina è (quasi) sempre un regalo gradito. Ecco perché spesso vengono scelte come omaggi commerciali in occasione di eventi specifici (ad esempio l’apertura di un nuovo punto vendita o festività specifiche). Di solito vengono segnalate nei volantini, quindi prestateci sempre attenzione e approfittatene. Non mancano poi le sorprese, dovute alle sponsorizzazioni: ecco ad esempio l’omaggio regalato durante una prima teatrale a Milano.

Vivai regionali

I vivai regionali offrono piante, alberi e arbusti a prezzi decisamente vantaggiosi. Nel caso poi di associazioni e iniziative benefiche, le piante sono messe a disposizione gratuitamente. Approfondisci su Piante dai vivai forestali per rinnovare il giardino in economia (o gratis se sei una onlus)

Chiedere una talea

Può capitare di essere colpiti da una pianta o da un fiore presente nel giardino altrui. In nessun caso allungate la mano e servitevi da soli: oltre a ottenere un rametto di dubbia utilità (perché spesso a uno strappo furtivo corrisponde una talea danneggiata), è bene sapere che si sta commettendo un furto, oltre a uno sgarbo nei confronti del proprietario. Pensate ai potenziali danni nel caso questo comportamento venisse attuato da ogni passante. Se è presente il proprietario o siete abbastanza spigliati da suonare il campanello, lodate la bellezza del giardino e chiedete informazioni sull’esemplare che ha catturato la vostra attenzione: è facile che spontaneamente vi venga regalata una talea; in caso contrario, è probabile che almeno scopriate il nome della pianta che vi interessa, per ottenerlo in modo meno furtivo.

Ti potrebbe interessare anche...

Leave a Comment

Inline
Non perderti i prossimi aggiornamenti: seguici su Facebook!