Megachile, l’ape taglia-foglie che ama le rose

In inglese viene chiamato “leafcutting bee”, ovvero “ape taglia-foglie”: parliamo del megachile centuncularis, insetto che si distingue per una curiosa abitudine: quella di collezionare pezzi di foglia.Iniziamo col riconoscere il segno del passaggio di questo insetto che tende ad agire isolato. Nella foto a seguire si può vederlo all’opera, così come notare i segni caratteristici che segnalano l’avvenuto “furto”:

La chiamano anche “ape tappezziera“, perché la femmina di questo insetto utilizza le foglie per la preparazione del nido. Per questo motivo i tagli che vengono praticati dalla Megachile possono variare, a seconda delle esigenze di copertura delle cellette. Predilige soprattutto le rose (alcune varietà sono più attaccate di altre) e, dovendo provvedere a ritagliare le foglie a colpi di mandibola, ha una netta preferenza per le foglie di recente formazione. Non si nutre delle foglie, ma di polline e nettare.

Vivi e lascia vivere

E’ bene essere al corrente delle abitudini del megachile: può capitare infatti di notare danni alle foglie e di non riuscire a spiegarseli, tanti che alcuni possono reputarli il “dispetto” di qualche essere umano. Non è però un insetto che va considerato dannoso. Agisce in modo isolato e i danni per pianta non possono superare le limitate quantità necessarie per la creazione del nido: qualche foglia o poco più. In compenso ha un innegabile ruolo ecologico, dal momento che gli adulti esercitano attività impollinatrice. Proprio per questo motivo è giusto tollerare queste curiose api e non attivare mezzi di controllo diretti per combatterle.

E poi, come aversela a male con una mamma che vuole rivestire di rose il nido per i propri piccoli?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Contenuti correlati

Leave a Comment

Inline
Ti è piaciuto il post? Per non perdere i prossimi, segui la pagina Facebook:
Inline
Ti è piaciuto il post? Per non perdere i prossimi, segui la pagina Facebook: